BONUS AMIANTO: AL VIA IL 16 NOVEMBRE IL CLICK DAY PER OTTENERE IL CREDITO D’IMPOSTA

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 243 del 17 ottobre 2016 il D.M. 15 giugno 2016 che definisce le disposizioni applicative per l’ottenimento del credito d’imposta introdotto dal Collegato ambientale (legge 221 del 2015) per interventi di bonifica dall’amianto nel 2016.

 

Si tratta di un bonus fissato nella misura del 50% delle spese sostenute per le imprese che entro il 2016 hanno effettuato interventi di bonifica dall'amianto su beni e strutture produttive.

 

RISORSE STANZIATE

Le risorse stanziante ammontano a 17 milioni di euro da utilizzare negli anni 2017, 2018 e 2019 e saranno distribuiti attraverso il meccanismo del “click day”, previsto per il 16 novembre 2016.


Dal 27 ottobre il Ministero dell’Ambiente ha messo a disposizione una piattaforma web per poter effettuare la registrazione degli interventi effettuati mettendo a disposizione degli utenti le indicazioni per l’accesso ai contributi e la compilazione della domanda on-line.


BENEFICIARI DELL’INTERVENTO

I soggetti beneficiari sono i titolari di reddito d’impresa che effettuano interventi di bonifica (rimozione e smaltimento) dell’amianto su beni e strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato nell’arco del 2016, quindi fino al 31 dicembre 2016.

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

Rientrano nel beneficio fiscale gli interventi per la rimozione e lo smaltimento di:

1. lastre di amianto piane o ondulate, coperture in eternit
2. tubi, canalizzazioni e contenitori per il trasporto e lo stoccaggio di fluidi, ad uso civile e industriale in amianto;
3. sistemi di coibentazione industriale in amianto.


ENTITA’ DEL CREDITO D’IMPOSTA

Il credito d'imposta è del 50 % delle spese sostenute dalle imprese e va ripartito in 3 quote annuali di pari importo (2017, 2018, 2019).

Per beneficiarne gli interventi devono avere un importo unitario di almeno 20mila euro.

Per ciascuna impresa è fissato un tetto massimo di spesa pari a 400mila euro.

Il credito d'imposta non concorre alla formazione del reddito né alla base imponibile dell'IRAP, è utilizzabile esclusivamente in compensazione.Per usufruirne bisognerà presentare il modello F24 attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate. 

Il credito d'imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta di riconoscimento del credito e nelle dichiarazioni successive relative ai periodi nei quali il credito è utilizzato.


CONTENUTI, TEMPI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le imprese interessate potranno presentare domanda per il riconoscimento del credito a partire dal 16 novembre 2016 fino al 31 marzo 2017.

Contenuti da indicare nella domanda:

• il costo complessivo degli interventi

• l’ammontare delle singole spese

• l’ammontare del credito d’imposta richiesto

• la mancata fruizione di altre agevolazioni per le medesime voci di spesa


Alla domanda vanno allegati:

• il piano di lavoro amianto

• la comunicazione di ultimazione dei lavori inviata alla Asl competente

• l’attestazione delle spese sostenute.


Entro 90 giorni dall’invio delle domande, il Ministero comunicherà il riconoscimento o il diniego della domanda.