SISTRI: RINVIO AL 2019

 

 
Introdotto nella manovra finanziaria approvata presso la commissione bilancio della Camera l'atteso emendamento per il rinvio al 2019 delle sanzioni sul sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti. Confermate le sanzioni sul mancato versamento del contributo annuale e su quello d'iscrizione.

 

 

La Legge prevede il rinvio di un anno, al 1° gennaio 2019, delle sanzioni per errori e per il mancato utilizzo del SISTRI.

 

Di conseguenza, per tutto il 2018 continueranno ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi tradizionali (registri carico/scarico rifiuti, formulari trasporto), come nel 2017, con le relative sanzioni.

 

Per i soli rifiuti pericolosi si continuerà con il cosiddetto “doppio binario”, secondo il quale ogni carico/scarico di rifiuti pericolosi dovrà essere annotato sia sui registri cartacei (adempimento soggetto a sanzioni) che sul SISTRI (sanzioni per l’errato o il mancato utilizzo sospese per tutto il 2018).

 

Rimangono invece in vigore le sanzioni relative alla mancata iscrizione o l’omesso pagamento del contributo annuale.

Si ricorda che il SISTRI è obbligatorio solo per i rifiuti pericolosi e solo per le aziende con più di 10 dipendenti.